Ἀληθῆ διηγήματα Multifandom & personal blog

Here you can find Doctor Who, Game of Thrones, Sherlock, Harry Potter, Hunger Games, Divergent, Assassin's Creed, Final Fantasy, Kingdom Hearts, Marvel, Anime/manga,
&
Many, many others :)
WARNING
History/Science/
Latin & Greek Nerd
"Non ci sono deformazioni nella mia PERFETTA professione, te lo dico IO! 
Fortunata Roma, nata sotto il mio consolato!”

Oh no, fermatelo, sta prendendo il sopravvento!! DD:
Nah, se l’è già fondato da solo.
Ah no, scusa, quello era Cicerone.
Ragazzi, ho concluso che il latino è bellissimo. No, davvero. Ho sempre avuto una grande stima per Seneca, no? L’uomo virtuoso, stoico, grandissimo. L’altro giorno apro il mio caro versionario per fare i compiti, e la versione che mi si presenta davanti, presa pari pari dalle Epistole a Lucilio, si intitola: “Vizi contro natura”. Allora penso: vabbé, saranno sempre i soliti discorsi, cosa vuoi che intendessero questi per vizi contro natura? “Mi raccomando, Lucì, non sniffare polveri, non andare coi maschietti, non dare confidenza ai pretoriani e, per carità d’Apollo, non leggere Aristofane!”
E invece no. L’introduzione è la seguente – ve la riporto qui perché vi giuro che è un capolavoro:
“Tutti i vizi sono contro natura, come dimostrano molti esempi: c’è chi beve in modo esagerato, chi indossa abiti femminili e” – attenzione – “chi pianta frutteti pensili sulla sommità delle torri.”
Io sono qui a scrivervi perché questo testo di Seneca mi ha fatto finalmente aprire gli occhi sulla realtà che mi circonda. Bisogna trovare un modo per fermare questa piaga sociale dilagante.
Insomma, uno si sveglia, esce di casa per andare… facciamo alle terme, gira lo sguardo verso la torre in opus reticolatum decorata da eleganti bassorilievi con l’imperatore che beve, l’imperatore che mangia, l’imperatore che riceve gli ospiti, l’imperatore che fa la cacca, e si accorge che nella notte è venuto su un frutteto ad un’altitudine dove non arriva neanche l’acqua Levissima. Certo che non si può stare tranquilli un attimo!
Una volta che hai cominciato non finisci più: il piantatore pazzo si introduce di notte nelle torri degli altri (quante torri c’erano a Roma nei primi anni dell’impero?) e ne profana i balconi piantando cose insidiose e contro natura come meli e noci, per poi andarsene ridendo delle sue malefatte. Il mattino dopo non hai più scampo.
Il bello è che il testo lo ripete anche: “Non vivono forse contro natura quelli che piantano frutteti (molto meglio il latino “pumaria”, da cui il medievale “pummarola ‘n coppa a u’torrione”) sulla sommità delle torri?”
Beh, possiamo solo concludere che è quasi un atto criminale.
Ho anche chiesto delucidazioni alla professoressa, e lei mi ha risposto che i Romani consideravano contro natura, ad esempio, il fatto di fare un ponte di barche persian style per attraversare il mare come se fosse la terra, quindi gli alberi non dovevano essere piantati per aria e le cose dovevano rimanere dove e come erano nate.
Ma mi viene un dubbio: ma i Romani, quelli che hanno conquistato mezze terre emerse solo perché non hanno trovato Atlantide se no prendevano anche quella, quei Romani là, non erano nati e cresciuti a Roma?
Scherzo, ovviamente.
Grandi Romani (quelli antichi e anche quelli di oggi, perché no?) e grande Seneca!
-unastoriavera

22 note · reblog · 2 giorni fa
Colui che teme di perdere ha già perso.
-Syrio Forel, Il trono di spade. (via stillfightingforpeace)

(via stillfightingforpeace)


25 note · reblog · 3 giorni fa
kr0npr1nz:

#Danganronpa Chihiro!

♡ by 米っち※ Permission to upload this was given by the artist. Do not edit, use or reprint to another website without artist’s permission.